Visite: 2038

METODOLOGIA

 

Fondamentale è l’interazione fra i linguaggi della corporeità, da cui emerge un’idea di persona come sistema integrato fra le varie componenti: percettivo-motoria, logico-razionale e affettivo- sociale. Una cura attenta merita la strutturazione di un ambiente motivante, stimolante, coinvolgente e gratificante in cui ogni alunno parla, ascolta, manipola, sperimenta, osserva, esplora, mette in gioco il suo processo di crescita.

Ciò è possibile mediante un approccio metodologico laboratoriale, utile sia al docente che insegna che all'alunno che apprende.

 

Il docente deve sapere:

 

  • con che cosa si deve  insegnare  (materiali, sussidi, strumenti)

  • come si deve insegnare (metodi didattici)

  • cosa si deve insegnare (contenuti)

  • come si crea la motivazione e come la si mantiene (negli alunni e negli insegnanti)    

  • come organizzare il gruppo-classe (gruppi, insegnamento individualizzato, etc.)    

  • come nel tempo costruire una competenza (curricoli)

 

L’alunno:

 

  • impara in un ambiente-laboratorio inteso come spazio mentale attrezzato, una forma mentis, un modo di interagire con la realtà per comprenderla e/o per cambiarla;

  • domina il senso  del suo  apprendimento, perché produce, perché opera concretamente,  perché  “facendo” sa dove vuole arrivare e perché;

  • si avvale di strumenti e materiali versatili e coinvolgenti che lo rendono attivo e capace di costruire i concetti, di personalizzarli e di consolidarli.

Torna su